[Quella Brutta China] Un 2016 di fumetti

Manu Larcenet, Jiro Taniguchi, Gipi, Marino Neri, Flag Press, Tiziano Sclavi, Toni Bruno, Davide Reviati, Riad Sattouf, Shaun Tan, Sonny Liew e tanti altri… Una selezione di fumetti del 2016 a cura di Quella Brutta China

[Quella Brutta China] I giorni della rabbia: otto storie per il Crack Festival

 – Giovanni Bitetto – Applicare l’aggettivo “generazionale” a un prodotto culturale può essere un’operazione scivolosa: da un lato si suggerisce una lettura immediata della contemporaneità, una testimonianza di un preciso momento storico; dall’altro propizia i germi della dissoluzione che verrà, sottrae l’opera al suo carattere universale per relegarla a un ambito sin troppo stigmatizzato, come…

Silenziare il futuro: appunti su Zero K di Don DeLillo

– Giovanni Bitetto – Tempo. Lo sento in me, dappertutto. Ma non so cos’è. Zero K è il sedicesimo romanzo di Don DeLillo, il maestro della narrativa americana che, più di altri, ha dato corpo a visioni e personaggi tali da fungere come utili metafore del presente che viviamo ogni giorno. La forza della sua…

L’epoca del diorama. Marco Magurno e il romanzo visuale

Giovanni Bitetto Nelle notti estive la luce dello schermo attira le zanzare, le schiaccio con il pollice e accedo a un sito di streaming dal layout variopinto, clicco sull’episodio numero mille dell’ennesima serie tv, le cuffie sono invase da una voce squillante, recita: «Scopri come guadagnare 6825 euro in un minuto», una faccia sorridente si…

La storia la fanno i vinti: su Sergente Romano di Marco Cardetta

– Giovanni Bitetto – E comunque il libro fu in sé già sbagliato dall’inizio: parla di una Storia sbagliata (grandi e piccole storie) non certo imputabile a me… e ogni storia è nei fatti sbagliata: il primo sbaglio fu scrivere un romanzo storico che non è così storico, visto che chi scrive si professa antistoricista,…

Le origini del culto. Su “Trilobiti” di Breece D’J Pancake

– Giovanni Bitetto – In questi giorni minimum fax ripubblica Trilobiti, la raccolta – definitiva perché postuma – dei racconti di Breece D’J Pancake. La figura di Pancake è bizzarra: nativo del West Virginia, ha vissuto lì tutta per tutta la (breve) vita e con la materia di quel mondo rurale ha modellato l’immaginario dei…

Cronache dall’increato. L’Addio di Antonio Moresco

– Giovanni Bitetto – È difficile rendere la complessità insita nell’opera di Antonio Moresco senza scadere nell’astrazione. Bisogna partire rimarcandone la natura metafisica, il baluginio al di là del reale che confonde bene e male, forma e sostanza. Tuttavia non si tratta della “normale” trascendenza che segue un moto ascensionale, che sminuisce il mondo fenomenico per…

Credere in Gilead. Sulla trilogia di Marilynne Robinson

 – Giovanni Bitetto – Allora, non abbiamo nessun posto dove andare, dove andiamo? Lila, Marilynne Robinson Due cose abbiamo capito di questo inizio del millennio: l’impossibilità di immaginare un quadro unitario della complessità in cui viviamo ha portato la letteratura a trincerarsi nel privato; d’altra parte si è moltiplicato il caravanserraglio di voci, opinioni, riflessioni,…

Le parole della carne. Su Gladiatori di Antonio Franchini

– Giovanni Bitetto – Tigre! Tigre! Divampante fulgore Nelle foreste della notte, Quale mano, quale immortale spia Osa formare la tua agghiacciante simmetria? William Blake, La Tigre Ho iniziato citando un passo che parla di perfezione, ma in Gladiatori (il Saggiatore, 2015, pp. 174) tale concetto ha un significato particolare, poiché nasce dal suo esatto opposto….

L’incendio cosmogonico: sul Fervore di Emanuele Tonon

– Giovanni Bitetto – Da qualche giorno è apparso sugli scaffali un libro smilzo come la fiamma di una candela, ma dalla grande forza immaginativa. Si tratta di Fervore (Mondadori, 2016), e il suo autore è Emanuele Tonon. Tonon nasce a Napoli nel 1970, cresce in provincia di Gorizia e sin da piccolo lavora nell’industria…

Il corpo del fantasma: appunti su Filippo Tuena

– Giovanni Bitetto – … e soprattutto Schumann e Schubert,  che gli avevano straziato i nervi come i più intimi e tormentati poemi di Edgar Poe. Joris-Karl Huysmans, Controcorrente È bislacco notare come, nei classificoni sugli scrittori italiani più influenti dell’ultimo decennio, il nome di Filippo Tuena appaia raramente. Eppure se autori come Moresco o Siti…