Segnalazioni cinematografiche – 2

– Camilla Panichi – Eravamo molto giovani. Credo che in quell’anno non dormissi mai. Pavese, Le bella estate C’è un autobus a Marsiglia, il 40, che ha come capolinea La Solitude. Si trova in un quartiere dell’undicesimo arrondissement piuttosto anonimo e che si fa ricordare solo per la particolarità del suo nome. Trovare la solitudine in…

Segnalazioni cinematografiche – 1

– Camilla Panichi – In questa prima selezione, un Woody Allen con una commedia perfetta, che mi ha riconciliata con Woody Allen del lontano Match Point e un Pedro Almodovar con un dramma parentale sottile, ma pur sempre colorato. Per i due registi esordienti nel lungometraggio, João Salaviza racconta l’adolescenza marcata dal lutto nelle borgate lisbonesi e Nathan Morlando un…

Piccola incursione a Cannes 69

– Camilla Panichi – La palma d’oro della sessantanovesima edizione del festival di Cannes è stata assegnata a Ken Loach con il film I, Daniel Blake. Il Grand prix è andato invece al giovane poliedrico canadese Xavier Dolan con Juste la fin du monde. Ma il Festival non è solo la selezione ufficiale. Accanto alla…

La notte degli Oscar 2016, secondo noi

– Redazione – Intro Come gli anni scorsi (qui e qui), abbiamo guardato molti dei film candidati agli Academy Awards. A differenza degli altri anni, però, questa volta non ci siamo dati limiti. Di seguito dunque le nostre considerazioni, molto variegate e molto contrastanti. Enjoy! Claudia Bridge of spies È grazioso il modo in cui…

Cose viste, lette, sentite nel 2015 (parte 1)

  Come ogni anno, ogni redattore di 404 ha preparato un breve elenco con il libro, il film o la serie tv, l’album e il post che vuole segnalare e suggerire fra quelli usciti nel 2015. Buone letture, ascolti e visioni. Silvia Costantino Nadia Terranova, Gli anni al contrario, Einaudi I primi giorni arrivava a…

#Strega2015 | Elena Ferrante, Storia della bambina perduta

[Quattro anni fa la redazione di questo blog si lanciò nell’impresa di recensire tutta la dozzina dei candidati al premio Strega, partendo da queste premesse e arrivando a queste conclusioni. L’anno scorso abbiamo recensito questi libri. Quest’anno, con una visione meno compatta ma con il medesimo interesse verso le storie e i libri, ci siamo…

La notte degli Oscar 2015, secondo noi

Stanotte si assegnano gli Oscar. Questa è la lista degli otto candidati  nella categoria “Miglior film”: American Sniper, di Clint Eastwood Birdman, di Alejandro González Iñárritu Boyhood, di Richard Linklater Selma, di Ava DuVernay The Grand Budapest Hotel, di Wes Anderson The Imitation Game, di Morten Tyldum The Theory of Everything, di James Marsh Whiplash,…

Cose viste, lette e sentite nel 2014 (parte 1)

Come ogni anno, ogni redattore di 404 ha preparato un breve elenco con il libro, il film o la serie tv, l’album e il post che vuole segnalare e suggerire fra quelli usciti nel 2014. Buone letture, ascolti e visioni. _________________________________ Silvia Costantino Davide Orecchio, Stati di Grazia, il Saggiatore Balustra apre il termos del…

Bonsai #38 – Fernando Franco, La herida

di Camilla Panichi Ana ha ventotto anni, lavora come autista di ambulanze, fa uso giornaliero di cocaina e vive con la madre divorziata, con la quale condivide soltanto il compimento di funzioni e bisogni primari come il cibo. Per il resto, agli occhi di Ana, è una madre assente, che non vuole vedere e infatti…

Jennifer Egan, Scatola nera. Una recensione in 140 caratteri

di Chiara Impellizzeri e Camilla Panichi Nel 2012 il premio Pulitzer Jennifer Egan, autrice di Il tempo è un bastardo e Guardami, ha pubblicato a puntate sull’account twitter del New Yorker un racconto, Scatola nera, costituito da una successione di status brevi. Più di duecento messaggi, ciascuno dei quali non supera i 140 caratteri, compongono…

Dieci dicembre

di Chiara Impellizzeri e Camilla Panichi In una intervista del 1996, alla domanda quali autori a lui contemporanei lo avessero maggiormente influenzato David Foster Wallace rispose: «C’è tutto il gruppo dei ‘grossi maschi bianchi’. Mi pare che siamo in cinque o sei sotto la quarantina, bianchi, alti un metro e ottanta o più e con gli…

“Remembering is a basic human wish”. Intervista a Jennifer Egan

di Francesca Lorenzoni e Camilla Panichi [Durante il Festival degli Scrittori – Premio Gregor von Rezzori città di Firenze, per il migliore traduttore in lingua italiana e per la migliore opera di narrativa straniera pubblicata anche in lingua italiana, abbiamo incontrato Jennifer Egan, autrice di Il tempo è un bastardo e Guardami (minimum fax 2011, 2012). Ringraziamo minimumfax per aver reso…

Vedersi vedere. Su “Guardami” di Jennifer Egan

di Camilla Panichi C’est une manière de lumineux supplice que de sentir que l’on voit tout, sans cesser de sentir quel’on est encore visible, et l’objet concevable d’une attention étrangère; et sans se trouver jamais le poste ni le regard qui ne laissent rien derrière eux[1]. Paul Valéry, Cahiers. Un amore omosessuale tra due amiche…

Intervista di Alessandro Fo a Vittorio Sereni (parte seconda)

a cura di Camilla Panichi [La prima parte dell’intervista si può leggere qui] Come vede la sua esperienza poetica: può accennare brevemente alle sue direttive di poetica? Quale opera ritiene sia fra le sue la più significativa? Anche qui, vede, lei in fondo mi chiede la mia idea della poesia. Bene: non ne ho. O…

Intervista di Alessandro Fo a Vittorio Sereni (parte prima)

a cura di Camilla Panichi [L’intervista è stata pubblicata nella miscellanea Studi per Riccardo Ribuoli. Scritti di filologia, musicologia, storia, a cura di Franco Piperno, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 1986, pp. 55-75. Ringraziamo Alessandro Fo e la casa editrice Storia e Letteratura per aver reso possibile la pubblicazione integrale del testo e la…