Firenze RiVista 2016

– Silvia Costantino –

L’anno scorso 404, insieme a un gruppo di folli sodali, ha deciso di mettere su un piccolo festival a Firenze: riviste indipendenti di cinema, cultura, spettacolo, riviste online e stampate si sono mosse insieme animate da una unica volontà – quella di mostrare che, per fare proprio lo slogan di una di loro, non è vero che “A Firenze non c’è mai niente da fare”.

firenze-rivista-logo-bianco-10

Estendendo il campo, non è vero che Firenze dorme, che il dibattito è estinto, che la cultura è morta e via salendo nella scala delle catastrofi. Come raccontavamo l’anno scorso, c’è ancora tanto da dire, da fare e da vedere. Se il primo anno di #FiRiv ci è servito soprattutto per fare gruppo, per conoscerci, questa seconda edizione ha voluto fare un salto: non più allora un festival che racconta la realtà delle riviste fiorentine, ma un festival che racconta la realtà, e basta, così come la vediamo noi.

Abbiamo organizzato 3 workshop durante le giornate: uno di editoria, uno di grafica e uno di… Lego (vedere per credere).

Abbiamo creato una tre giorni (+ 1, il giovedì sera al Forte Belvedere) suddivisa in 3 aree tematiche:

Città, dove si parla di Firenze, la si racconta, la si costruisce, la si cammina
Diritti, dove si guarda a dove e come stiamo andando
Linguaggi, dove si indagano le nuove e le vecchie forme della lingua e dei discorsi.

Come è normale, spesso questi temi si intrecciano: e allora dove finisce il linguaggio e inizia il diritto nella conversazione con Ireos, Carlo Gabardini e Maria Pecchioli? E dove finisce la città e inizia il linguaggio nella passeggiata per Firenze condotta da Marco Vichi? E la mostra pittorica sui migranti, la mostra fotografica su Firenze e quella sulla trisomia 9 a mosaico in quale area sono? E la serata di musica e letture dell’ultima sera, in mezzo alla bellezza del Forte Belvedere, in quale area è? E il calcio secondo L’ultimo uomo? E le città secondo The Towner? E ancora, i 35 euro per i migranti negli hotel secondo Helena Janeczek? E il Guerramondo di Nadia Terranova?

 

Decidetelo voi: noi vi aspettiamo a Firenze, dal 23 al 25 settembre nella Galleria delle Carrozze in via Cavour n.5; e tutte le sere dal 22 al 25 al Forte Belvedere. Gli ospiti sono tanti e li trovate tutti qui , nel sito, con il programma completo.

Manifesto A4 FINITO

(e poi, ovviamente, c’è anche la festa del sabato sera)

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...