Chi leggeremo fra cinquant’anni anni? Michele Mari, ad esempio

di Marco Mongelli

michele mari

Il numero 7 della rivista «Orlando Esplorazioni» è dedicato al rapporto tra quegli scrittori ormai maturi, i “venerati maestri” di arbasiniana memoria, e i lettori e i critici della generazione successiva.
I curatori Paolo Di Paolo e Giacomo Raccis hanno realizzato un sondaggio interpellando critici e lettori esperti tra i 19 e i 39 anni chiedendo loro di rispondere con tre nomi alla domanda: chi, tra gli autori che oggi hanno fra i 49 e i 69 anni, continueremo a leggere in futuro?
Su
Leparoleelecose si può leggere l’introduzione di Giacomo Raccis.
Su «Orlando Esplorazioni» si può leggere la lista intera di chi ha risposto e l’esito delle votazioni. Walter Siti e Antonio Moresco compaiono al secondo e terzo posto della classifica (e a loro sono dedicare due brevi schede critiche pubblicate su minimaetmoralia), Michele Mari al primo, e qui di seguito proponiamo la scheda critica relativa.

La rivista è disponibile a partire da oggi presso lo stand di Giulio Perrone Editore al Salone Internazionale del Libro di Torino e nelle principali librerie; è anche scaricabile dal sito di «Orlando Esplorazioni».

MARI, Michele (1955): figlio ed erede della genìa milanese, quella dei Parini, dei Manzoni e dei Gadda, ma anche dell’ossessione avventurosa dei Poe, degli Stevenson e dei Melville, Michele Mari si è rivelato un maestro a cavallo tra i secoli nonostante, o proprio per, il suo isolamento nell’agone letterario. Orgogliosamente inattuale, ha trasfigurato la cultura pop e la cultura erudita – gli Urania e le figurine, i versi epici e la filologia d’autore – in materia amorosa, pulsante e necessaria. Ha attraversato atmosfere gotiche (Di bestia in bestia) e marine (La stiva e l’abisso); ha raccontato la licantropia (Io venìa pien d’angoscia a rimirarti) e le torture della naja (Filologia dell’anfibio); ha celebrato l’infanzia in splendidi racconti-mondo (Euridice aveva un cane e Tu, sanguinosa infanzia) e si è auscultato célinianamente (Rondini sul filo); è stato pasticheur comico – ma non ironico – (Tutto il ferro della torre Eiffel) e poeta neo-epigrammatico (Cento poesie d’amore a Ladyhawke), archeologo di una memoria privata (Verderame) e di una collettiva (Rosso Floyd); infine è stato teorico di spiriti e fantasmi (Fantasmagonia) e, definitivamente, scrittore settecentesco contemporaneo (Roderick Duddle). Dalla fiaba allo pseudo-trattato erudito, nessuna forma letteraria gli è rimasta estranea, perché da tutte ha estratto il succo vitale ed eterno, mimandone e reinventandone temi, caratteri, linguaggi e stili. Con estremo ma controllatissimo espressivismo ha plasmato la sua fertile immaginazione in pagine ricche e varie perché attraversate da innumerevoli ritmi: l’epico e il solenne si mescolano al lirico e all’elegiaco; il saggistico e il trattastico si fondono nell’armonico cantilenante delle filastrocche. La rammemorazione dell’infanzia, spazio-tempo misterioso e decisivo, passa anche per il colloquio con i morti, con il delirio onirico, in una lotta in difesa della verità delle passioni, contro la volgarità del reale. Il tessuto finissimo della lingua di Michele Mari rende la sua letteratura sapiente e ricercata, senza toglierle l’essenza intima e sincera che sempre ha avuto e sempre avrà; una letteratura senza tempo perché di un tempo solo non sa che farsene. Filtrando un’immaginario vastissimo ed esaurendolo con sublime originalità, Michele Mari resta, alfine, un maestro senza eredi.

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Luan ha detto:

    Michele Mari, semplicemente Il Migliore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...