Verso le NBA Finals – Breve storia animata dei playoffs 2013

di Marco Mongelli bracket

Stanotte (alle 3:00 ora italiana) cominciano le finali del campionato americano di basket, probabilmente l’evento sportivo a cadenza annuale più importante del globo. A sfidarsi per l’anello i San Antonio Spurs, alla quinta finale in quattordici anni e i detentori in carica dei Miami Heat, alla terza finale consecutiva.
Riviviamo i momenti più esaltanti di questi playoffs attraverso una galleria di immagini animate che, forse più di quelle “classiche”, rendono al meglio il livello atletico e agonistico di questa competizione.
Enjoy!

Cominciamo dal primo turno e da quella che probabilmente è la più bella serie di questi playoffs: gara 7 tra i rimaneggiatissimi Chicago Bulls e i brand new Brooklyn Nets. A mettere la tripla ammazza-serie è Marco Belinelli, che festegga così:

belidance

Passiamo a Ovest dove prima di essere travolti dalla marea gialla della Oracle Arena, Oakland, CA, i Denver Nuggets vincevano gara 1 contro i Warriors grazie a questa magia del venerable maestro, Andre Miller:

miller game 1 gif

I Clippers invece, prima di perderne 4 in fila coi sempre meno sorprendenti Memphis Grizzlies, andavano 2-0 nella serie grazie a un altro clutch, firmato CP3:

Cp3 game 2

Nel secondo turno gli Indiana Pacers sconfiggevano i New York Knicks, in una sfida dal sapore anni ’90, nonostante l’eccellente prestazione complessiva di Carmelo Anthony. Suo malgrado l’immagine simbolo resterà questa qui:

hibbertblocksmelo

Ma la storia di questi playoffs è sicuramente quella dei ragazzini terribili di Golden State, veri guerrieri guidati in panchina dal reverendo Marc Jackson e in campo dal funambolo normodotato Stephen Curry:

curry

Nel frattempo i San Antonio Spurs dopo aver spazzato via i disastrati Lakers privi di Bryant e arrestato con l’esperienza la furia dei Warriors, affrontavano Memphis grazie alla solita arma, la circolazione di palla. Back door, ricezione e scarico nell’angolo:

memsag1-1

Marc Gasol, ormai diventato più forte del fratello maggiore, ci provava…

gasoldunkg3

… ma dall’altra parte Tim Duncan, insieme a Bryant e Shaq il più forte giocatore degli ultimi 15 anni, già 4 volte campione, mostrava nel supplementare di gara3 perché viene chiamato da sempre The Big Fundamental.

duncang3

Se gli Spurs raggiungevano le Finals col minimo sforzo, ben più equilibrata e avvincente era la sfida a Est, dove i Miami Heat, fino ad allora sul velluto, incontravano gli affamatissimi Pacers di Paul George.
Il 4 volte MVP Lebron James metteva le cose in chiaro in gara1, con questa giocata decisiva:

jamesgamewinnerg1

Il duello con Paul George rendeva tutto molto eccitante: tripla da 8 metri…

deep3georgeg1

 e schiacciata poderosa:

georgedunkg2

Lebron rispondeva da par suo:

jamesblockg4

Nonostante la sfida fosse fisicamente durissima, con screzi, colpi proibiti e risse sfiorate, i due sfidanti cavallerescamente si riconoscevano e rispettavano:

georgejamesg3

Gara 5 diventava decisiva e dopo un primo tempo sotto tono Lebron caricava i suoi in questo modo, portandoli alla vittoria:

jamesspeechg5

Dopo una gara 6 dell’orgoglio, Indiana soccombeva in gara7 a Miami, dove Wade e Allen resuscitano in maniera provvidenziale dopo una serie molto deludente.

Sarà dunque Miami vs San Antonio: la corazzata della Florida per farsi “dinastia” deve sconfiggere una che lo è da 15 anni, grazie a un’identità di gioco ben precisa, “europea” per semplificare, e grazie ai suoi big three anch’essi non americani. Oltre a Duncan il caraibico saranno il francesino Parker e il gaucho Ginobili a guidare gli Speroni.
Sarà una sfida molto interessante e molto “divisiva”: o col vintage o col glamour. Qui si sta con San Antonio ma il basket se ne frega delle etichette, perché come ci ricorda Brian Shaw, citando Rasheed Wallace…

Brian-Shaw-Yelling-Ball-Dont-Lie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...