Se non SEMPRE quando? Qualche link-guida al dibattito sulle donne, SNOQ e le rivendicazioni di genere

Il 9 e il 10 luglio, a Siena, si è tenuto il meeting nazionale di “Se non ora quando” (qui e altrove SNOQ).
La questione femminile, e, con più precisione, quella delle rivendicazioni di genere e sui generi, ci ha sempre appassionato. Ci pare fondamentale attraversare la vicenda delle vertenze, delle critiche, delle mobilitazioni attorno al tema della sessualità e delle sue implicazioni politiche, storiche, simboliche nel corpo sociale.
Da parte nostra, abbiamo guardato con un po’ di perplessità, ma sempre senza pregiudizi, al 13 febbraio e alle scelte politiche e di autorappresentazione intraprese da SNOQ di lì in poi. Alcune strutture ideologiche, alcune fenomenologie di quell’evento, ci hanno addirittura fatto inorridire (vedi: bambine brandenti cartelli con su scritto: “tu a mia figlia non la tocchi”). Siamo comunque coscienti che c’è tanto spazio fra le linee organizzative di un evento e le differenze di cultura che in esso confluiscono.
C’è un grande dibattito in seno alla galassia, complessa ma affascinantissima, dei movimenti contemporanei sulle rivendicazioni di genere. Un dibattito che affronta, spesso rifiuta, l’esperienza di SNOQ, ma che bene illumina le posture in campo, e quella che assumiamo noi. A partire dalla necessità di attraversare lo spontaneismo di quella piazza, il motus che si era innescato, fino ad arrivare ad una definizione critica e politica di una distanza profonda: quella che separa chi è stato mosso a quell’evento dalla miccia moralista del bunga bunga, e che ritiene Ruby il simbolo di un ciarpame marcio da stanare, ripristinando vecchie dicotomie fra caste e puttane (sì, c’era ANCHE questo in quella piazza), e chi invece vede in Ruby la donna e la migrante, priva di reddito, priva di diritti e priva di futuro.

Prima della manifestazione alcuni collettivi romani hanno scritto un appello su SNOQ. La loro posizione ci ha molto convinto e ve la postiamo qui.
Sempre su globalproject.info, stavolta alla vigilia dell’appuntamento senese, è stato lanciato un appello alla discussione, nel quale si ripetono alcune utili intuizioni. Per partecipare al dibattito basta entrare nella community. Degna di nota e particolarmente preveggente ci pare questa analisi di Eleonora de Majo.

Fra le cose che più sconvolgono di SNOQ, oltre alla retorica nuovista, oltre ad un bipartisan che incorpora alcune parti della società che hanno apertamente appoggiato per quasi vent’anni il berlusconismo e tutte le sue bordate di irregimentazione del femminile, nel campo simbolico come in quello legislativo, oltre al serpeggiante perbenismo delle donne “per bene” (Fulvio Abbate, la “stronza dal tacco basso“, con iperbole), c’è stata l’incapacità assoluta di coinvolgere quell’universo di attiviste, blogger, donne, movimenti che da anni lavorano nei consultori autogestiti, nelle scuole, nelle microstanze del paese reale, non viste o forse solo trascurate dalle supercorazzate del progressismo(?) alla Repubblica. Caso dei casi, quello di Lorella Zanardo.
Non proprio una paleofemminista marxista, ma una donna che alla rete ha dato il lavoro de Il Corpo delle donne, documentario divulgativo ben svolto ed efficace, e che da qualche anno gira scuole e associazioni portando legna al fuoco della coscienza collettiva, e alla presa di possesso di sé.

Non invitata, non coinvolta. E la lista sarebbe lunga.

Giorgia Vezzoli ha commentato questo aspetto.
Sul blog della Zanardo  si è sviluppato un un acceso dibattito, con interventi della Perina, della Comencini, e della stessa Vezzoli. Vi si trovano tante opinioni, molto diverse.

Non concludiamo il post. Speriamo non siate arrivati alla fine della pagina, causa deviazioni. La rete di documenti, immagini, posture, appelli, prese di posizione che si costruisce viaggiando fra questi siti dice molto più di quanto, esaustivamente, potremmo dire noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...