21 giugno

18.30 game, set, match. La Svizzera stabilisce il nuovo record di imbattibilità in un mondiale. 559 minuti senza subire reti: Francia, Togo, Corea del Sud a farne le spese nel 2006 – perse infine con l’Ucraina agli ottavi, ma cavandosela ancora nei tempi regolamentari; qualche giorno fa sulla difesa elvetica è inciampata addirittura la Spagna. E anche oggi, per un’ora e un quarto, gli affannosi attacchi cileni (il cinismo ai sudamericani manca per vocazione esistenziale) a malapena smuovevano la polvere della rete dietro a Benaglio. Alla fine ci ha pensato Gonzalez con una capocciata schiacciata per terra, rimbalzata sulla traversa e caduta oltre la riga bianca. Quasi in contemporanea, il tennista svizzero famoso ha faticato più del previsto. Come si organizzino – lui e tutti gli altri – per vedere le partite del mondiale a Wimbledon, ve lo raccontiamo qui.

15.32rompere gli argini. I valorosi nordcoreani hanno giocato la partita e ne hanno presi sette. Si confermano simpatici.

15.09l’altra volta era la mano.

I brasiliani, dal canto loro, non sembrano granché pentiti del secondo gol di Fabiano (due volte di mano). Anzi, non perdono l’occasione per una certa analogia.

14.56 28 anni fa, ma sembra ieri. Mura lo consiglia con scettica scaramanzia. E anche noi non ci crediamo, che – Vico permettendo – i ricorsi storici vengono solo quando non li aspetti. Detto questo, l’articolo di Brera prima della partita con il Camerun dell’82 è una gioia da leggere. Non li fanno più, giornalisti così.

14.32 A chi è quasi digiuno di calcio (e anche a tutti gli altri, finora stremati dalla povertà di gioco) suggeriamo di vedere questo gol. Poi di mettersi comodi, tirare fuori il gelato e rivederlo. Perché in questo gol c’è tutta un’idea di calcio, un modo di intenderlo, anticipare con l’azione lo sguardo dello spettatore – evitando la costante frustrazione di allungare le braccia verso un angolo di schermo: “lì, passala lì” – fare le cose prima e farle perfino bene. Questo gol qui, mala tempora currunt, è una cosa rara e da conservare. Sì, poi c’è anche il fatto che il tiro rompe il muro del suono.

Nel frattempo la rai trasmetteva “Una voce per Padre Pio”. Tra gli altri, cantava anche Emanuele Filiberto. Il tonfo dell’impatto con il fondo del pozzo – sebbene prevedibile – ha fatto malaccio.

14.27segnali dall’alto. Un fulmine benevolo, ieri pomeriggio, ha risparmiato a qualcuno la noiosa sofferenza.

12.39 piacevoli precedenti. No, non ci eravamo dimenticati di Portogallo-Corea del Nord 5-3, quarti di finale di Inghiltera 1966. Gli asiatici andarono avanti 3-0 alla metà del primo tempo. Poi Eusebio ne segnò 4: e fu una partita memorabile. Gustatevi questi gol e speriamo se ne vedano almeno la metà oggi.

12.27world cup goes on. E’ il giorno della seconda partita della Corea del Nord e i radical chic di tutto il mondo sono pronti a emozionarsi per l’inno nazionale e tifare contro l’odiatissimo figlio del capitalismo Cristiano Ronaldo. E’ anche il giorno di Cile-Svizzera, che si giocano qualificazione e primato nel girone. L’unico precedente mondiale, che risale al 1962, vede i sudamericani battere gli elvetici 3-1 prima di battere gli italiani 2-0. E poi sì, è soprattutto il giorno di Spagna-Honduras, già incontratesi nell’1982 quando finì 1-1: oggi però i campioni d’Europa non possono permettersi di pareggiare. Oggi è il giorno in cui si chiude la seconda tornata dei gironi e da domani qualcuno andrà a casa, finalmente.

11.16 un tormentone è un tormentone. Poche soddisfazioni azzurre per ora in questo mondiale. E allora divertiamoci con le manie da grande evento. Cominciano ad essere vendute nella principali città italiane (abbiamo notizie da Roma e da Milano), rigorosamente in negozi cinesi; le abbiamo citate in giudizio più di una volta in questo liveblogging; ecco un video, uno dei tanti, che circolano in rete. Chiaramente, stiamo parlando delle vuvuzela. E di che altro se no?

(Poi facciamo basta, promesso)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...