Tra l’incudine e il martello- ultime note sanremesi

di Redazione


Ha vinto Valerio Scanu. Quello di “in tutti i modi, in tutti i luoghi, in tutti i laghi”. O, se volete, il secondo pupillo di Maria de Filippi, dopo Marco Carta l’anno scorso. Stavolta non c’era lei a premiarlo, ma Costanzo a condurre il pre-Festival.

Se non altro, Valerio Scanu ha un merito: ci ha salvati da EmaFily, Pupo e il Povero Tenore.

Salvi per un pelo (?). Tra l’incudine , il martello e i lanci degli spartiti da parte dell’orchestra.

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. Benedetta ha detto:

    Senti meglio Valerio Scanu del trio degli sfigati! Ho sudato freddo ma sono contenta cosi!

  2. Infinitamente meglio.

    Almeno non siamo ancora tornati monarchici!

    Sil

  3. Ciocci ha detto:

    la canzone de triomerda ha scalzato dal primo posto i jalisse nella classifica di cose orribili. Per questo motivo vorrei premiarli vedendo un loro concerto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...