Multisegnalazione di uscite editoriali – 3

– Alberto Prunetti – Selene Pascarella, Tabloid inferno. Confessioni di un cronista di nera, Alegre, 2016, pp. 252, euro 15. Libro stranissimo e molto bello. Un passo avanti nell’escalation di ibridazione della collana Quinto tipo. Come definirlo? Un saggio di narratologia trash, un manuale di giornalismo ombelicale, un debunking semiotico della propria bibliografia condotto in…

Firenze RiVista 2016

– Silvia Costantino – L’anno scorso 404, insieme a un gruppo di folli sodali, ha deciso di mettere su un piccolo festival a Firenze: riviste indipendenti di cinema, cultura, spettacolo, riviste online e stampate si sono mosse insieme animate da una unica volontà – quella di mostrare che, per fare proprio lo slogan di una di loro,…

Solo andata

Cosa si intende per fuga dei cervelli? È più corretto parlare di fuga dei cervelli o di emigrazione? Qual è la specificità italiana rispetto ad altri paesi europei? Ne abbiamo parlato con il sociologo Lorenzo Beltrame.

Segnalazioni musicali per l’anno in corso – 4

– Marco Mongelli – Quarta segnalazione di questo 2016 musicale (qui, qui e qui le prime tre): cinque dischi molto belli – alcuni molto molto belli – usciti da pochissimo, e che dovreste ascoltare. Preoccupations, Preoccupations, Jagjaguwar Four Tet, Randoms, self-released Nick Cave & The Bad Seeds, Skeleton Tree, Bad Seed The Divine Comedy, Foreverland, Divine Comedy Records Okkervil River, Away, ATO…

L’epoca del diorama. Marco Magurno e il romanzo visuale

Giovanni Bitetto Nelle notti estive la luce dello schermo attira le zanzare, le schiaccio con il pollice e accedo a un sito di streaming dal layout variopinto, clicco sull’episodio numero mille dell’ennesima serie tv, le cuffie sono invase da una voce squillante, recita: «Scopri come guadagnare 6825 euro in un minuto», una faccia sorridente si…

Le voci che ci abitano. Intervista a Andrés Neuman

– Nicolas Gruarin – «Spiare i panni dei vicini mi dice più che parlare con loro. Ho constatato che le parole che scambiamo con il prossimo sono fonte di malintesi, più che di conoscenza. Invece la loro biancheria è trasparente (letteralmente, in qualche caso). Non la si può fraintendere. Al massimo si disapprova. Ma anche…

Vendicare l’assenza: sulla scrittura spietata di Annie Ernaux

– Camilla Marchisotti – In Mi chiamo Lucy Barton, l’ultimo romanzo di Elizabeth Strout, l’amico Jeremy dice alla protagonista Lucy che per fare la scrittrice avrebbe dovuto essere «spietata». È un consiglio che Jeremy dà a Lucy e che la Strout dà a se stessa. Potrebbe sembrare strano iniziare a parlare di Annie Ernaux servendosi…

Solo andata

33. L’argomento della scelta e la tesi della liquidità – Fred Cavermed – Quando gli italiani che vivono all’estero parlano della loro esperienza sottolineano spesso il fatto che difficilmente possono definirsi “emigrati” e l’argomento principale che apportano risiede nel fatto che loro, a differenza dei vecchi emigrati italiani partiti con una valigia di cartone, hanno…

La storia la fanno i vinti: su Sergente Romano di Marco Cardetta

– Giovanni Bitetto – E comunque il libro fu in sé già sbagliato dall’inizio: parla di una Storia sbagliata (grandi e piccole storie) non certo imputabile a me… e ogni storia è nei fatti sbagliata: il primo sbaglio fu scrivere un romanzo storico che non è così storico, visto che chi scrive si professa antistoricista,…

Un Novecento piccolo piccolo

 LABORINTUS 60 Intervista a Federico Sanguineti – Andrea Amoroso – In occasione del sessantesimo anniversario dall’uscita di Laborintus di Edoardo Sanguineti, Andrea Amoroso intervista il figlio Federico Sanguineti. Tu sei il figlio di un grande personaggio dello scorso secolo: poeta, intellettuale, critico e docente di letteratura. Hai mai sentito il peso di un padre così…

Prossimamente al Festivaletteratura di Mantova

La rentrée letteraria e culturale italiana è segnata, da vent’anni a questa parte, dal Festivaletteratura di Mantova. Mercoledì prossimo, il 7, (ma con anteprima questo fine settimana) inizierà la XX edizione, che durerà fino a domenica 11 settembre. 404: file not found sarà presente per raccontarvi alcuni dei numerosissimi eventi in programma, ma sarà anche protagonista,…

Letture cruciali: Abbacinante, di Mircea Cartarescu

– Vanni Santoni – Grazie a Voland per la concessione dell’estratto Come sa chi mi segue su social, riviste e quotidiani, negli ultimi tempi sto conducendo una piccola campagna di invito alla lettura della trilogia Abbacinante di Mircea Cărtărescu, composta dai tre volumi L’ala sinistra (2008), Il corpo (2015) e L’ala destra (2016), tutti editi da…

Perché Stranger Things diventerà un cult

– Giovanni Mauriello – Ce lo chiedevano i Clash nel 1982: should I stay or should I go? Da quell’anno, negli Stati Uniti come in tutta Europa, leggere questa frase senza canticchiare risulta impossibile: a mente, a voce alta, con un pizzico di interpretazione o senza alcun trasporto, senti questo ritornello e gli vai appresso:…

Solo andata

32. Ritorno – Isadora Bilancino – Quando abbiamo ricevuto questo pezzo nessuno, nemmeno l’autrice, poteva immaginare cosa sarebbe successo di lì a poco in Turchia. Abbiamo scelto di pubblicarlo comunque, senza modifiche: l’impatto è forte ma ci ricorda di metterci sempre in discussione, che le prospettive e gli sguardi mutano. Ultimamente, nel tentativo di sentire ancora…

Why the long face? BoJack Horseman, o della felicità

– Luca Francesco San Mauro – I  bar jokes  sono barzellette di pochissime righe che condividono la stessa semplice struttura narratologica: qualcuno entra in un bar e — tramite la punchline, che tipicamente arriva subito — qualcosa succede. Una delle varianti più note contiene un cavallo. E fa così (la riporto in inglese ché la versione…

Solo andata

31. Divano in affitto – Jessica Mazzotti – Una notte senza vento, come testimonia più di un dio, un cattivo poeta, in buona fede, seduto sul divano in affitto, nel continente dov’era nato, ma non sullo stesso suolo, si stancò di tutte le parole che gli parevano confini e inghiottì il silenzio come si inghiotte…

Gettare storie nella propria comunità. Intervista a Laura Pugno

– Nicolas Gruarin – abbi fiducia, la neve coprirà il mondo, come conosciuto L. Pugno, Bianco Capita raramente di imbattersi in un’opera in grado di mostrare la crudeltà che la vita porta a non percepire, restituendo al lettore una partecipazione e un senso di allerta tali da riconoscere tutta l’onestà e l’attenzione di chi quell’opera…