Morti di paura fra Danze macabre e Trionfi

– Giulia Concina e Federico Pozzoni – Abbiamo deciso di intraprendere un viaggio. Abbiamo preso la macchina e siamo partiti. Una parte insieme, dal Friuli verso l’Istria, prima nella parte slovena e poi quella croata, risalendo fino all’Austria. Altri tragitti sono stati individuali, passati, futuri: Clusone, Palermo, la Svizzera; interiori. Queste sono le tracce di…

Multisegnalazione di uscite editoriali – 4

– Alberto Prunetti – Rodolfo Walsh, Per non parlar del morto, Sur, pp. 138, 2016, euro 14, traduzione di Eleonora Mogavero. Rodolfo Walsh non amava i suoi racconti gialli. Ma senza quei racconti e senza uno sguardo complessivo sul violento mestiere di quello scrittore non potremmo capire le sue scelte più radicali, fino a una…

[TraDueMondi] Esportare lavoratori qualificati: una lunga storia italiana? Le scuole professionali tra fine ‘800 e inizio ‘900

– Chiara Martinelli Il rapporto annuale della Fondazione Migrantes sugli italiani iscritti all’AIRE ha riproposto nel dibattito italiano l’ormai annosa questione dei “cervelli in fuga”, ovvero dell’emigrazione dei lavoratori ad alto capitale umano, che pure in Italia (come è stato già discusso da Gabriele Cappelli su questo focus) sono molto meno presenti che negli altri…

Flint, Michigan 1936-2016

Flint è una delle città simbolo della parabola di ascesa e declino dell’industria dell’auto, ed anche un luogo simbolo della storia del movimento operaio americano, e della tutt’altro che armoniosa costruzione del New Deal. Ottant’anni fa, il 30 Dicembre 1936, iniziava lo sciopero che aprì al sindacato le porte dell’industria dell’auto.

[Quella Brutta China] Un 2016 di fumetti

Manu Larcenet, Jiro Taniguchi, Gipi, Marino Neri, Flag Press, Tiziano Sclavi, Toni Bruno, Davide Reviati, Riad Sattouf, Shaun Tan, Sonny Liew e tanti altri… Una selezione di fumetti del 2016 a cura di Quella Brutta China

Quando gli oggetti raccontano la violenza. Intervista a Harry Parker

Anatomia di un soldato di Harry Parker (Sur, 2016) narra la storia del giovane capitano Tom Barnes, rimasto gravemente ferito alle gambe durante una missione, e degli amici d’infanzia Faridun e Latif, divisi da scelte opposte. Il conflitto in cui i personaggi sono implicati viene descritto da quarantacinque oggetti – tra cui un sacco di fertilizzante, una radio, una sedia a rotelle, uno specchio, una banconota, un rasoio, una borsetta – che prendono voce per ricomporre le vicende di chi deve fare i conti con la violenza della guerra.